Ovunque tu sia

Lo sai che ci sto provando.Tantissimo.
Ma gli angoli della bocca sembra seguire esclusivamente la forza di gravità.
Le lacrime continuano a scendere copiose. Anche quando mi sembra di averle prosciugate. Loro ritornano.
Non lo avresti voluto. Anzi sarai li a cercare di farci ridere come tuo solito. Lo sento.
Dirai: dai cazzooo! ragazzi! che si fotta il mondo...che si fottano queste stronzate...state allegri!
Invece da domenica pomeriggio sento un buco nel cuore, un vuoto dentro.
Come se qualcuno avesse portato via una parte di me.
Solo adesso che non ci sei più ho capito fino a che punto ero legata a te.
Rimpianti di cose non fatte, non dette, non viste...cose banali...ma solo per le piccole cose che ti avrebbero fatto piacere...che ti avrebbero fatto sorridere a tua volta.
Ci provo. A lasciarti andare. A non trattenerti. Non sarebbe giusto nei tuoi confronti. Ma il dolore ti (ci) rende un po' egoisti. E quindi resto attaccata all'ultimo barlume.
La rabbia si alterna all'incredulità e alla tristezza...e al vuoto...e ancora in un circolo infinito.
Però volevo dirti che ovunque tu andrai e ovunque tu sarai sempre una parte di me.
Voglio ricordarti nei momenti felici. Nei (tanti) momenti pazzi che ci hanno accomunato.
Ti ho dedicato fin da subito questa canzone. Del tuo adorato e venerato Slash. Il testo mi sembrava molto affine a quello che provo.

Fuckin' yeah! Let's rock! Si fottano tutti.
Ciao amico mio.

Commenti

Dama Arwen ha detto…
Ho capito a cosa si riferisce questo post.
Da quel che mi hai scritto l'altro giorno su Skype.
Un abbraccio a lui anche da parte mia, anche se non lo conoscevo.
E un bacione a te!
Ci sentiamo presto che ora respiro un po' di più con gli impegni i lavoro.
Valeria Boffi ha detto…
Abbraccio! :)

Post popolari in questo blog

The big bang theory

Mailänderli - Milanesini