martedì 28 luglio 2015

Cosa darei per...

Cosa darei per: essere svegliata al mattino dalla tua lingua umida che ti lava la faccia e ti desta a forza solo per renderti partecipe della sua presenza, tornare a casa stanca morta o abbattuta e avere sempre il tuo musino allegro e scodinzolanze che ti accoglie come se non ci fosse un domani, sentire i tuoi versi mentre ti faccio le coccole, perdermi nel tuo abbraccio nei momenti di maggior sconforto ma anche in quelli di pura gioia, andare a letto e averti lì appallottolata vicino alla gamba anche con 40°C all'ombra, non avere nessuna privacy in bagno dove ogni occasione è buona per entrare e farsi gli affari miei, sentire la "puzza" di cane bagnato dopo averti portato in giro durante un acquazzone, sgridarti per le marachelle appena fatte e tu che ti nascondi sotto il tavolo e fai la faccia da Maria Goretti, cercare di impedire a te e alla mamma lo scambio di cibo clandestino e assolutamente vietato sotto la tavola durante i pasti...ah, potrei andare avanti per sempre...ogni piccola cosa di te che mi hai dato per tredici anni, mi manca...è già passato un anno e mi sembra allo stesso tempo pochissimo ma anche un'eternità!